31/10/2013

Nell’ebook di youmark Break. Qualità è…il progetto Oasy Wonderfood. In uno, tutto quello che sappiamo fare: posizionamento e mood di comunicazione, naming, logo, packaging system. Con a monte una strategia che non può prescindere dalla qualità

Laura Cremonesi, account director di Break

“Un lavoro a 360 gradi, che riassume tutto quello che sappiamo fare: creazione ex novo di un brand, individuazione di posizionamento e mood di comunicazione, naming, logo, packaging system. Il concetto della qualità, comune a molti brief, è stato comunicato in modo implicito ed efficace, grazie all’esecuzione di un pensiero strategico originale”.

Quali sono i temi più caldi nel vostro comparto? Nel senso che da loro dipende la possibilità di esprimere al 100% la qualità
“In un’era di incertezze, uno dei temi più critici riguarda la scarsa chiarezza di intenti da parte dei clienti. Questo richiede uno sforzo interpretativo maggiore per l’agenzia e sottrae risorse che potrebbero essere impiegate nello svolgimento del progetto stesso.  Altre limitazioni che contrastano la qualità sono sicuramente budget e tempi ridotti. Spesso le deadline nei brief dei clienti si basano solo sui tempi tecnici di esecuzione, non considerando quelli necessari per il pensiero strategico, importante quanto l’esecuzione per la qualità del risultato finale”.

E a proposito di qualità, per noi è questa la chiave per leggere l’oggi. Ma tu quale parola mettereste come emblema di questa era?
“Professionalità. In un momento di timori e incertezze bisogna essere più che mai in grado di fornire una consulenza vera. E’ fondamentale non solo ascoltare i clienti ma saper distinguere tra dubbi ed esigenze e poi tradurre solo le ultime in un piano di comunicazione efficace. In fondo, si rivolgono a noi per questo”.

Un buon brand deve raccontare qualcosa della vita dei consumatori. Nel creare da zero la nuova linea di petfood per Wonderfood, Break ha individuato nell’amore dei proprietari per i loro animali domestici l’aspetto da raccontare. Era un’area di comunicazione distintiva, non presidiata dai concorrenti. Oasy diventa così un luogo felice, in cui gli animali sono membri della famiglia a tutti gli effetti. Il packaging raffigura sempre bambini e cuccioli come protagonisti centrali del brand. L’alta qualità del cibo si ricollega implicitamente al legame emotivo profondo instaurato tra uomo e animale.

Сredit

Client: Wonderfood
Brand: Oasy
Agency:  Break
Designer: Luca Franceschi
Account: Laura Cremonesi

 

Articolo tratto da youmark.it

Condividi

break.it utilizza cookie tecnici propri necessari al corretto funzionamento delle pagine e cookie di terze parti (Google analytics). E' possibile acconsentire all'utilizzo di tali cookie oppure modificarne le impostazioni consultando la nostra privacy policy sull'utilizzo dei cookie.